Interruttore della luce touch: il progresso in casa nostra

Nonostante i più tradizionalisti di noi vorrebbero negarlo, il progresso tecnologico scandisce ogni momento della nostra vita. Basti pensare all’evoluzione che ci ha permesso di tenere in mano gli smartphone, dispositivi con una potenza di calcolo pari a un computer, utilizzato per connettersi con il mondo.

Questo progresso è andato a toccare anche aspetti che un tempo consideravamo fissi e immutabili: l’interruttore della luce, fidato compagno della nostra routine quotidiana, è uno di questi. Sebbene anche il più semplice degli interruttori svolga al meglio il proprio lavoro, nel tempo si sono introdotte delle variabili che hanno permesso di ampliare il palco di azioni che poteva fare questo piccolo oggetto.

Così sono nati gli interruttori regolabili, i quali permettevano, attraverso una rotazione, di determinare la quantità di luce emessa. In seguito abbiamo assistito a un ulteriore passo in avanti, con la nascita degli interruttori della luce touch.

interruttori luce moderni

Interruttori della luce touch: perché sceglierli?

Il primo motivo che viene in mente, parlando di interruttori della luce touch, è quello prettamente estetico: anche gli interruttori tradizionali, che ancora oggi affollano le case in tutto il mondo, stanno velocemente facendo il loro tempo. In particolare in ambienti arredati con un fine gusto moderno, avere una placca di plastica bianca che si affaccia sul muro può rovinare tutto il nostro impegno riversato in un arredamento di qualità.

Gli stessi interruttori touch possono venire presentati in diverse forme e colori, ma in genere si sposano perfettamente con ogni tipo di arredamento, in particolare quelli più moderni tanto di moda negli ultimi anni.

Il secondo motivo, quello dove i nodi vengono al pettine, è un motivo pratico: infatti l’interruttore touch, a sfioramento o comunque uno dei tanti nomi con cui si presenta, permette di includere un numero di funzioni aggiuntive in quello che una volta era un interruttore che poteva solo accendere e spegnere la luce.

Quali sono le funzioni degli interruttori della luce moderni? Ovviamente troviamo la funzione di spegnimento e accensione, punto fondamentale da cui si parte per ogni interruttore che si rispetti.

Una seconda funzione che spesso troviamo integrata in questi interruttori è quella di intermittenza, che permette di impostare uno spegnimento e accensione continua delle varie luci, così come un’alternanza tra quelle che si accendono e quelle che si spengono.

La funzione più utile, che riprende quella degli interruttori regolabili, è probabilmente l’attenuazione. Ovvero la capacità dell’interruttore di regolare la potenza e il calore della luce in base al momento della giornata. Nel creare un’atmosfera di rilassamento o romantica, ad esempio, è possibile optare per una luce più soffusa che vada a emulare quella delle candele.

Quando invece dobbiamo svolgere un lavoro di precisione, come montare una scrivania IKEA o fare le pulizie profonde della casa, possiamo riportare la luce al massimo del suo splendore, così che funga da “faro” nella nostra attività.

Infine un’altra funzione molto apprezzata è quella della programmazione: spesso è infatti possibile programmare un orario al momento del quale la luce si spegnerà o accenderà. Un ottimo modo per essere sicuri che le luci non rimangano accese durante la notte, ad esempio, consumando costosa energia elettrica, o una sicurezza aggiuntiva per quando non siamo a casa, facendo accendere le luci durante le ore serali così da simulare una presenza umana nell’alloggio.

Per i più edonisti, inoltre, lo stesso passaggio dal click rumoroso dell’interruttore tradizionale alla carezza silenziosa esercitata sugli interruttori touch è già un motivo più che soddisfacente per effettuare questo cambio all’interno della propria dimora.

Detto questo, la domanda che sorge spontanea e che interessa la maggior parte delle persone è anche la più pratica che si può fare.

Interruttori luce touch: prezzi e costo

In genere è sempre meglio rivolgersi a dei professionisti per installare i propri interruttori della luce touch. I prezzi della placca stessa, infatti, non sono esagerati: spesso si possono trovare anche a venti euro su Amazon o siti simili, ma è necessario verificare che tipo di lavori è necessario fare al fine di includere tutte le funzioni desiderate nella propria casa.

Per questo motivo è difficile fare un preventivo e la maggior parte dei professionisti del settore (che possono essere trovati con una veloce ricerca online) mettono a disposizione degli strumenti gratuiti che ti permettono di simulare l’installazione in modo digitale, così da scegliere la locazione degli interruttori e la loro tipologia, così da fornire un preventivo preciso.

Molte persone potrebbero considerare un costo superfluo tutta questa storia: d’altronde gli interruttori tradizionali continuano a funzionare egregiamente e non c’è poi questa necessità di utilizzare una luce regolabile nella propria casa.

In realtà ci sono numerose ragioni scientifiche e non che dimostrano il contrario: dal costo ridotto della spesa della corrente (si può quindi parlare di un investimento a lungo termine) al minor affaticamento degli occhi grazie all’utilizzo della giusta quantità di luce in ogni frangente.